Realtà Virtuale

Cambiare punto di vista, guardare le cose da un’altra prospettiva. La tecnologia può aiutare gli insegnanti a costruire esperienze che guidino gli studenti a considerare la realtà da punti di vista differenti, per costruire analisi e sintesi complete e convincenti.

Con i sistemi di realtà virtuale il punto di vista dell’osservatore è al centro dell’esperienza, immerso nel contenuto che osserva.

La Realtà Virtuale permette di guardare e ripensare in modo coinvolgente e innovativo i luoghi interessanti per l’apprendimento: le strade che tutti i giorni attraversiamo, che possono diventare il teatro per progetti di cittadinanza digitale gli spazi che vogliamo ricostruire, per vivere in anteprima l’esperienza del risultato
che il progetto raggiungerà le stanze normalmente inaccessibili di musei e pinacoteche, per poter guardare le opere d’arte normalmente inaccessibili.

Anche visite inaspettate, attraverso luoghi ricostruiti virtualmente per riportarli allo splendore del passato oppure in viaggio negli apparati del corpo umano per guardarci da dentro.

Costruire per condividere tour virtuali, attraverso progetti realizzati da studenti per la comunità per valorizzare gli elementi della cultura locale, oppure per migliorare la conservazione del patrimonio ambientale e monitorare la salute del territorio. Oppure un volo, vissuto da dentro l’abitacolo di un aeroplano o appeso a un deltaplano, per vivere le esperienze direttamente con gli occhi dei protagonisti.

Questi e molti altri sono esempi di utilizzo costruiti in molte scuole che stanno sperimentando l’utilizzo della Realtà Virtuale, coinvolgendo come protagonisti gli studenti.
 

VIRTOURS

Virtours è la piattaforma software realizzata per la realizzazione e fruizione di tour virtuali, con la possibilità di visualizzare i contenuti sia con un visore VR (Virtual Reality) che tramite web, in modalità “360” (come Google Street View).

Caratteristiche peculiari della soluzione proposta sono:

  • una piattaforma cloud per caricare e rendere immediatamente fruibili i contenuti virtuali (immagini mono e stereoscopiche nonché filmati) per tutto il proprio network di devices;
  • la possibilità di visualizzare i tour virtuali all’interno dei propri portali web (in modalità “360”, come Google Street View), passando in modo fluido da un ambiente all’altro e visualizzando le informazioni aggiuntive (hotspot audio, testi e immagini);
  • un sistema di fruizione dei contenuti VR basato su tablet e visore VR, per seguire e guidare l’esperienza della persona che indossa il visore attraverso un tablet che riproduce quanto lui sta vedendo;
  • un sistema di profilazione degli utenti con funzioni di marketing automation (tracking degli ambienti VR più interessanti, mail di follow up e possibilità di condivisione su social network di quanto visto da parte dell’utente);
  • un sistema basato sull’app per tablet “Virtours Creator” per dare la possibilità al Cliente di aggiungere autonomamente contenuti virtuali (fotosfere) corredati di hotspot di navigazione, info aggiuntive, dettagli fotografici ecc.
  • Virtours è composto da: Creator, Explorer, Controller e Web.